Tuesday, January 02, 2007

Happy Gnù Year!

Iniziato l'anno nuovo. Già mi ha un po' scoglionato. Ma si sa, io sono parecchio severo con gli anni, che molto spesso non si rivelano all'altezza. Considerando che il 2005, e anche un po' il 2006, erano iniziati in rissa, mentre il 2007 ha esordito con una giònbelusciana food-fight, già potrebbe andare meglio. Però nel 2005 dopo la rissa c'era stata una bourguignonne alle 3 di notte. Nel 2006 si era a Monaco di Baviera, e a parte la rissa (fatta da degli scozzesi che avevamo conosciuto all'Augustiner contro dei turchi che gli avevano praticamente sparato addosso dei fuochi d'artificio) e i fuochi d'artificio ad altezza uomo che mi terrorizzarono (odio i botti), c'era stata l'Augustiner, da cui abbiamo prelevato kilate di vetro, nella fattispecie boccali...insomma, tanta festa. Il 2007, a parte la foodfight, per ora non ha riservato grandi cose. Beh, ho morso una chiappa, però è un'altra storia; e poi, quanta fretta, dagli tempo a quest'anno, è passato poi neanche un giorno! Io sono frettoloso, però. Anno nuovo, vita nuova, dicono. E a me attende un lavoro nuovo, come guida al Museo della Scienza e della Tecnica, che già mi terrorizza. Una tesi di laurea e una laurea che continua ad allontanarsi quasi fosse una calamita con la mia stessa polarità (eh, che similitudine fica che ho quivi incastonato) e che si spera prenda luogo in giugno. La ricerca di un fisarmonicista e un bassista per il mio gruppo folk-punk (Pressure Drop A.K.A.) e il solito rugby, passione, malattia, valvola di sfogo e anche un po' scuola di vita, nonchè famiglia acquisita del vecchio Billie. Chissà cosa mi riserverà quest'anno. Chissà cosa ne penserò tra 364 giorni. Mah. Buon anno nuovo, bestie!

* inseriti due nuovi link a John "Big Giò" Velvet e a Musicomane, due laureati miei compagni di università che hanno levato le tende e se la spassano a Melbourne, Australia. Stranded down-under among the Aussies.
** il 2007 è anche l'anno delle nuove regole sull'ingaggio in mischia chiusa nel rugby. Regole che non mi paiono poi così sensate, ma ci si abituerà e ci si giocherà. Le abbiamo sperimentate in amichevole: mentre io numerottavo il mio collega flanker Mone mi ha detto che è brutto perchè il pilone allunga il braccio per prendere le distanze e poi lo tira indietro, generalmente in faccia al flanker. E visto che, quando non faccio l'apprendista numero 8, il mio ruolo in genere è il flanker, già le odio.

5 comments:

Sere said...

Io anche quest'anno ho fatto il pieno di scozzesi. Anzi era uno solo, ma meraviglioso almeno per tre. Sigh...

Ti conviene iniziare a mangiare talmente tante girelle di mammavolo da allargarti ed allungarti, così potrai fare tu il pilone ed essere quello che gli schiaffi li tira.
Facile no?

Billie MacGowan said...

e rinunziare così alla terza linea? jammay!

musicomane said...

Eppi gnu iarrr tu iuuuu!!!

barbara ancora mediamente fancazzista @work said...

numero otto rulezza

Billie MacGowan said...

più che decisamente, direi! =P